Recensione Tophost, servizi di hosting a prezzi convenienti

.Nuovo appuntamento con la nostra “rubrica” di analisi del mercato web hosting, con recensioni delle aziende che forniscono questa tipologia di servizi. Questa volta tocca a Tophost, un’azienda italiana che sembra essere molto apprezzata dagli utenti, sia per quel che riguarda la qualità del servizio offerto che per l’aspetto economico. Sarà davvero tutto rose e fiori come sembra? Non c’è altro modo di scoprirlo se non addentrandoci nei meandri di questo hosting provider e fornire un’analisi quanto più accurata sulla sua affidabilità.

Tophost, il provider super economico

L’aspetto economico è, senza ombra di dubbio, la caratteristica chiave del successo di Tophost. L’azienda fornisce infatti delle soluzioni di hosting a buon mercato, e alla portata di tutti. In questo modo, anche l’utente che vuole lanciare un piccolo sito internet può avere il suo servizio di qualità spendendo poco. Con questo tipo di offerta commerciale, appare evidente come Tophost abbia sì uno sguardo rivolto anche al panorama aziendale (lo vedremo più avanti) ma che spinga soprattutto verso quel pubblico di utenti privati e piccoli professionisti che sono in cerca di soluzioni professionali e vantaggiose dal punto di vista qualità-prezzo.

Recensione Tophost: i servizi proposti

Veniamo quindi all’offerta commerciale di Tophost. Oltre ai domini internet, con la possibilità di effettuare la registrazione e il trasferimento (anche se questo non sembra essere ben comunicato sul sito), quello che interessa maggiormente riguarda, in maniera ovvia, la proposta sugli hosting. Da questo punto di vista potremmo dire che i tipi di Tophost hanno le idee ben chiare: pochi pacchetti di hosting condiviso, prezzi bassi, senza nessun tipo di soluzione più elevata come possono essere quelle di server virtuali VPS o piani di Server Dedicati.


A livello nominativo, i pacchetti di hosting prendono tutti il nome di Top, una scelta azzeccata visto il nome dell’azienda anche se forse troppo autoreferenziale.

Il pacchetto più economico si chiama Topweb, un servizio di hosting Linux adatto per piccoli siti web e per coloro che stanno iniziando a prendere confidenza con il web. Costo del servizio € 14,99 l’anno. Passiamo poi al piano più venduto, il Topweb Plus, un servizio di hosting dedicato alle aziende e che permette di utilizzare CMS come WordPress. Un pacchetto questo che include il dominio, 30 GB SSD, 6 database MySQL e il protocollo HTTPS, al costo di € 26,99 l’anno. Arriviamo poi al piano Topweb Ultra, un servizio pensato per i portali di dimensioni importanti, come per esempio i siti e-commerce con tanti prodotti in vetrina. Anche in questo caso dominio incluso insieme ad HTTPS, 50 caselle email, 50 GB SSD di spazio

La nostra opinione sui piani hosting

Un sito web molto semplice e pulito, anche se si crea un po’ di confusione con la decisione di voler far comparire i tre piani di hosting disponibili con altri nomi, vedi nel menù quando leggi hosting WordPress e hosting e-commerce, che non sono altri pacchetti ma si riferiscono sempre al Topweb Plus e al Topweb Ultra. Detto questo, sulla bontà dei servizi di Tophost c’è poco da recriminare, visto che il provider si è conquistato negli anni la buona reputazione di cui gode grazie alla velocità dei servizi e al rapporto qualità-prezzo, per non parlare dell’assistenza al cliente.

In merito ai piani web hosting, non v’è dubbio di come la vetrina prodotti di Tophost sia il risultato di un’attenta analisi di mercato e di una chiarezza d’intenti che è raro trovare nelle aziende del settore. Tophost ha le idee ben chiare su quale sia il pubblico a cui rivolgersi, e lo fa in maniera chiara e senza fronzoli, evitando di presentare soluzioni con maggiori risorse (che hanno costi molto più elevati) proprio perché non in linea con il target di riferimento.

Un parere sull’assistenza

Se l’idea è quella di rivolgersi a un pubblico che, per larga parte, potrebbe essere composto da utenti con poca esperienza, sarà necessario fornire un supporto tecnico di grande livello. Una sfida che il team di Tophost ha accettato e che finora, dati alla mano, sta vincendo alla grande. Grazie a un servizio di assistenza pronto, competente e super tempestivo, l’azienda Tophost è riuscita a conquistarsi un posto di rilievo all’interno del mercato hosting italiano. Basta dare un’occhiata alle recensioni dei clienti su Trustpilot per rendersi conto di come l’assistenza fornita da Tophost sia in grado di essere accanto al cliente in ogni momento.

Punti dolenti

Avere le idee chiare sul tipo di pubblico a cui rivolgersi è senz’altro un pregio ma, da un altro punto di vista, diminuisce le opportunità per un’azienda che ha dimostrato con i fatti di poter assistere il cliente per ogni singola esigenza. A dire il vero, nel sito di Tophost è indicata anche una pagina su una soluzione di server VPS, pagina che però non restituisce alcun risultato ma anzi un errore 404.

tophost 404 error

Ecco, questo magari è un problemino che sarebbe il caso di sistemare.

Sull’assistenza non c’è nulla da obiettare, così come per quel che riguarda l’affidabilità dei servizi. Più che muovere una critica ci permettiamo nel nostro piccolo di dare un consiglio ai ragazzi di Tophost: pensare ad aggiungere magari un pacchetto con maggiori risorse dedicate, che abbia sì costi superiori ma che possa attirare anche un pubblico disposto a spendere tanti soldi il proprio progetto web. Questo, più una rinfrescatina del sito con una maggiore chiarezza su alcuni punti, e dinnanzi a Tophost non si potrebbe far altro che togliersi il cappello. Una nota di merito va al blog dell’azienda, ricco di contenuti utili che possono essere di grande aiuto ai clienti in cerca di maggiori informazioni su servizi o procedimenti da fare.

Conclusioni

Chiudiamo questa recensione dicendo che Tophost è un’azienda di qualità, un marchio che può essere preso come sinonimo di affidabilità e competenza. Idee chiare e precise, un pubblico ben selezionato e una manciata di servizi web pronti per soddisfarli. Se solo si aggiustasse qualche piccola imprecisione sul sito e si pensasse di aggiungere, come detto in precedenza, qualche altra soluzione per aumentare il volume dell’offerta commerciale, allora Tophost potrebbe veramente ambire a un ruolo di leader nel panorama dei migliori hosting provider.


Condividi sui social

PinIt
submit to reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 1 =

scroll to top