Perché è importante fare il backup dei dati

Alcuni mesi fa abbiamo assistito a uno degli scandali più clamorosi della storia del web, ovvero il caso conosciuto come Cambridge Analytica. Il “furto” dei dati personali, utilizzati poi per fini poco chiari, ha fatto scattare un campanello d’allarme che ha portato poi alla nascita del nuovo regolamento sul trattamento dei dati personali, che oggi conosciamo con l’acronimo (diventato anche un po’ inquietante) GDPR.

Backup dei dati, di cosa si tratta

Abbiamo citato il caso che ha coinvolto Facebook solo per evidenziare, in maniera netta, quanto sia importante il fattore della sicurezza nell’ambito online. Internet è un mondo vasto che richiede però di adottare delle misure di sicurezza per proteggere il proprio lavoro. In merito a questo, ci siamo collegati con il tema del backup dati.

Effettuare un backup è una delle operazioni più importanti tra quelle che si possono fare sul web. Sono tanti i motivi che possono causare la perdita di dati, e non ci interessa nemmeno sapere quali sono. Quello che ci preme sottolineare riguarda esclusivamente il perché un utente debba fare il backup dai dati, al fine di salvaguardare quanto fatto con la propria attività quotidiana.

Perché è importante effettuare il backup

La perdita dei dati rappresenta senza dubbio uno degli incubi peggiori per chi passa le giornate a lavorare al proprio progetto web. Oltre che per gli utenti privati, cosa dire poi delle realtà aziendali?

La perdita dei dati, non protetti da un opportuno backup, rappresenta infatti un danno enorme per un’azienda. Il rischio di perdere tutto il lavoro fatto, così come documenti importanti e dati fondamentali, fa sì che il backup venga visto come un’ancora di salvezza assolutamente indispensabile.

Il ripristino dei dati può avvenire con tempistiche non quantificabili e, il più delle volte, non adatto alle esigenze dell’azienda, impegnata a rispettare scadenze e tempistiche ben precise. Un’azienda che perde dati importanti e non riesce a recuperarli subito, o quantomeno a non recuperarli tutti, rischia di compromettere seriamente non solo l’attività quotidiana ma la propria stessa esistenza.

Esiste però una soluzione per non incorrere in un disastro del genere, ed è per l’appunto il backup. Se per un utente privato può essere sufficiente effettuare il backup dei dati a distanza di vari mesi, per le aziende il discorso cambia. La cosa migliore da fare è optare per un backup quotidiano, in modo da essere al sicuro da eventuali sorprese.

Provider che offrono il backup automatico nei piani hosting

Se segui da un po’ di tempo il nostro portale, sarai perfettamente informato della nostra vicinanza alle aziende che forniscono soluzioni di hosting e domini. In merito all’argomento trattato oggi, ovvero l’importanza del backup come salvaguardia del proprio lavoro, occorre dire che vi sono diverse aziende nostrane che includono, tra le varie caratteristiche dei piani web hosting, anche il backup automatico.

Tra le diverse aziende presenti nel panorama tricolore, abbiamo deciso di evidenziarne cinque che forniscono hosting con il backup giornaliero tra le risorse incluse:

Per avere maggiori dettagli in merito alle aziende del settore, ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra classifica dei migliori hosting provider.

World Backup Day, il giorno dedicato alla sicurezza

Fare il backup dei dati è importante, molto più di quanto si pensi. Così importante da arrivare a creare una giornata mondiale dedicata alla salvaguardia dei dati, chiamata World Backup Day.

Dopo la prima edizione nell’ormai distante marzo 2011, nel corso degli anni il World Backup Day è diventato un momento atteso e “onorato” da un numero sempre più alto di persone. La più classica delle “organizzazioni” nate su internet e che ha conquistato, nel giro di un paio d’anni, un enorme interesse presso il pubblico.

Possiamo dunque identificare in questa giornata (il 31 marzo) il momento in cui far risaltare la necessità di effettuare giornalmente l’operazione di backup, per mettere al sicuro tutti i dati più importanti ed essere (quasi) certi che essi non siano più a rischio.

In conclusione

L’unico modo per concludere un articolo del genere è dicendo che sì, è vero, il backup dei dati è vitale per la sopravvivenza di qualunque progetto online, privato o aziendale che sia. Il caso di Cambridge Analytica ci ricorda che internet può nascondere tanti pericoli, a volte presenti anche nelle piattaforme ritenute più sicure.

La cosa migliore da fare è trarre da quella burrascosa vicenda un insegnamento da non scordare mai: avere sempre la massima cura dei propri dati!

Condividi sui social

PinIt
submit to reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top