Che cos’è un hosting dedicato (e quando ti serve)

Copyright immagine ionos.it

Quante volte sarà successo che un utente si sia bloccato perché non sapeva quale servizio acquistare? Magari poi ha dato retta al consiglio di qualche sedicente esperto, col risultato di non avere quel che cercava e incontrare anche delle difficoltà nella gestione del proprio business online. Per evitare che ciò accada, la cosa migliore da fare è conoscere qualcosa in merito ai servizi web necessari per creare un sito internet. Tempo fa abbiamo pubblicato un pezzo che prendeva in considerazione i servizi di hosting condiviso, mentre questa volta proponiamo ai nostri lettori un breve approfondimento sul cosiddetto hosting dedicato.

Che cos’è un hosting dedicato

Si parla di hosting dedicato quando si ha un’intera macchina a propria disposizione, a differenza di quanto accade con lo shared hosting in cui l’utente prende “in affitto” solo una porzione del server. Con la decisione di puntare su un hosting dedicato, invece, l’intero server sarà dedicato (per l’appunto) al singolo cliente, che potrà così sfruttarne tutta la potenza. I vantaggi per il cliente sono numerosi, visto che egli potrà contare su risorse dedicate in esclusiva per il suo lavoro. Possiamo citare come esempio l’Ip dedicato, che sarà quindi univoco e non più soggetto al comportamento altrui (come accade nel caso di indirizzo Ip condiviso).

Questa tipologia di servizio, che viene definito anche server dedicato, presuppone inevitabilmente dei costi molto più elevati rispetto a quelli a cui si va incontro con un hosting condiviso o semidedicato. Questo perché le risorse, come detto, sono assegnate in esclusiva e si ha un intero server a propria disposizione. Sarà poi il provider a monitorare il funzionamento del server e ad assicurare al cliente la continuità del servizio, intervenendo tempestivamente in caso di necessità (e qui occorre sottolineare l’importanza del customer care).


Quando hai bisogno di un piano dedicated hosting

Stiamo parlando di un tipo di servizio che chiaramente non è adatto a tutti. Coloro che dovrebbero prendere in considerazione l’acquisto di un hosting dedicato sono quei professionisti che debbono gestire progetti molto importanti, che necessitano di un’infrastruttura di un certo spessore. Potenza, sicurezza e autonomia di gestione sono le prerogative di questo tipo di servizio. Ovviamente però, c’è il fattore economico da tenere in considerazione. Com’è facile immaginare, per l’acquisto di un server dedicato si dovrà affrontare una spesa molto più elevata rispetto a un hosting con risorse base.

I vantaggi di un servizio dedicato

È chiaro che avere un server a propria disposizione comporta dei benefici di non poco conto, soprattutto per quel che riguarda le performance di un sito web. Detto che lo svantaggio principale riguarda l’aspetto economico, a cui possiamo aggiungere anche la non semplice gestione del server per chi non ha competenze informatiche in particolare, cosa che “costringe” gran parte dei clienti a optare per un servizio managed (cioè gestito dal provider) che prevede un costo in più.

Due svantaggi a cui però fanno da contraltare i vantaggi garantiti da servizio hosting dedicato, tra cui possiamo elencare:

  • Autonomia di gestione.
  • Configurazione autonoma del proprio server.
  • Risorse dedicate in esclusiva, come la RAM, CPU o IP.
  • Invio illimitato di messaggi mail.
  • Scelta del sistema operativo.
  • Maggiore sicurezza con il certificato SSL (protocollo HTTPS).
  • Sicurezza del proprio lavoro grazie al backup automatico.
  • Protezione del sito con sistemi di antivirus e antispam.
  • Assistenza continua da parte del provider.

Dove acquistare un hosting dedicato

Le aziende che devono gestire progetti di grandi dimensioni, magari per enormi attività commerciali, si mettono com’è ovvio in cerca di servizi potenti e affidabili. Ma dove trovare soluzioni di server dedicato per poter finalmente gestire, senza limitazione alcuna, un progetto aziendale? Quasi tutte le compagnie di hosting includono, nel loro parco-servizi, delle soluzioni di hosting dedicato. In particolar modo, si consiglia innanzitutto di affidarsi a un provider che può contare su un Datacenter di proprietà, un aspetto che incide in maniera oltremodo positiva sull’assistenza al cliente e sulla “cura” del server.

A chi affidarsi dunque per una scelta così importante? Come abbiamo detto in questo articolo, acquistare un hosting dedicato significa affrontare un investimento economico abbastanza importante, visto che si parla di un tipo di servizio che porta il livello di prestazioni ai massimi livelli. Ecco perché non si può sbagliare e affidarsi magari a un’azienda non capace di dare il necessario supporto e un servizio degno di tal nome, magari perché non dotata di server dotati di componenti hardware di qualità o perché non ha il controllo diretto sui server a causa di un appoggio esterno, aspetto questo che potrebbe complicare ulteriormente eventuali interventi che a volte devono essere immediati.

Ci sono tante aziende affidabili che garantiscono soluzioni dedicated hosting: dai uno sguardo alla nostra classifica dei migliori hosting provider.

Conclusioni

Non essendo un servizio alla portata di tutti, chi intende avvalersi di un hosting dedicato difficilmente passa subito all’acquisto. Tante sono infatti le considerazioni che vanno fatte sul costo, sulle risorse, sulla gestione del server ecc. Come spesso accade, infatti, prima di investire in un server dedicato le aziende spesso si mettono in contatto con il provider per valutare le diverse opportunità. È quello che consigliamo di fare anche noi nel caso si decidesse che è giunto il momento di gestire un importante business digitale.


Condividi sui social

PinIt
submit to reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 4 =

scroll to top