Sono state utilizzate le stelle (da 1 a 5) per fornire una votazione ai vari hosting provider analizzati e si basano sulle valutazioni fatte dallo staff di Hosting-Advisor.

ProviderDescrizione e caratteristicheVotoLinks
miglior hosting provider italiano

Keliweb è un'azienda che fa della qualità e della vicinanza al cliente i punti cardine del proprio lavoro. Un'azienda che garantisce soluzioni hosting di spessore, grazie ai server ospitati nel Datacenter di proprietà.
Primo provider in Italia a fornire servizi come la rete CDN e piani Cloud, l'azienda dimostra di dare grande importanza anche ai professionisti e alle aziende con soluzioni dedicate performanti e ricche di risorse.
Il punto di forza di Keliweb è senz'altro l'assistenza al cliente, un'eccellenza provata anche dal TrustScore di 9.8 di Trustpilot. La dimostrazione definitiva del grande riscontro che l'azienda raccoglie dai suoi clienti.

Visita sito

Recensione

hostgator hosting

Hostgator è uno di quei nomi che, nel proprio settore di riferimento, è diventato sinonimo di qualità e di sicurezza.
Si tratta di uno dei colossi per quel che riguarda le soluzioni hosting.
Chi non conosce il mitico coccodrillo, la mascotte dell'azienda? Un marchio di qualità, un punto di riferimento, un'azienda con un numero imprecisato di clienti in tutto il mondo.
Se sei in cerca della qualità, valutare Hostgator deve essere una delle tue prime opzioni da prendere in considerazione.
Un tasto dolente potrebbe essere il fatto che il sito è totalmente in lingua inglese, compresa l'assistenza. Problemi quindi per chi non parla inglese.

Visita sito
siteground logo

Quando si parla di SiteGround bisognerebbe togliersi il cappello in segno di rispetto. Stiamo parlando di quello che possiamo definire senza ombra di dubbio il miglior provider italiano (possiamo considerarlo così da quando è stata lanciata la sezione in italiano) insieme a Keliweb, da cui si distanzia solo per una "manciata di voti".
Come scritto nella nostra recensione, SiteGround è un'azienda che non ha praticamente punti deboli, sia per quel che riguarda la qualità dei servizi hosting che per quel che concerne l'assistenza al cliente.
L'unico punto debole, se così si può definire, è la presenza di alcune recensioni non proprio entusiastiche, ma si parla di un numero che si può contare su una mano.
Al di là di quella che può essere una qualche esperienza personale, soggetta comunque a una serie di fattori non verificabili, possiamo definire SiteGround come una certezza assoluta nel campo dell'hosting, senza se e senza ma.

Visita sito

Recensione

tophost logo

Tophost è un altro Brand da tenere d'occhio con estrema attenzione, del resto mettere da parte un'azienda in grado di conquistare un TrustScore di 9.4 sarebbe un delitto.
La parola d'ordine di Tophost è revolution, una ricerca dell'originalità che trova il suo ethos in uno stile minimal ma elegante allo stesso tempo.
Secondo il parere di Hosting-Advisor, il provider Tophost merita di stare annoverata tra le migliori aziende italiane del settore. L'affidabilità dei servizi è talmente elevata da far "dimenticare" alcune mancanze nell'ambito della comunicazione, di per sé troppo scarna per diventare la scelta numero uno.

Visita sito
register logo

Per quel che riguarda il mercato hosting, l'Italia è davvero ben messa. Register è un'altra azienda che determina in modo attivo questo alto livello di qualità garantita dalle aziende nostrane.
Parlare di Register è facile: ci troviamo di fronte a un Brand che garantisce soluzioni di grande livello, adatte per qualunque tipologia di target. Non solo hosting e domini, Register garantisce anche servizi di Web Marketing per aiutare professionisti e aziende a sviluppare strategie di comunicazione di grande livello.
A differenza di altri colossi del settore, come Aruba, Register ha avuto anche il merito di essersi saputa rinnovare continuamente, fornendo anche un ottimo livello di assistenza. Il TrustScore di 8.7 certifica l'assoluta affidabilità dell'azienda.

Visita sito
ovh provider

OVH è diventato nel corso degli anni sinonimo di innovazione, del resto il pay off dell'azienda parla chiaro "Innovation is freedom".
Un altro colosso per quel che riguarda i servizi per il web, perciò si potrebbe pensare che tutto sia perfetto ed entusiasmante. Purtroppo però questo aspetto non si riscontra nella realtà dei fatti, almeno dando ascolto alla voce dei clienti (che rappresenta l'unica verità a cui attenersi). Il TrustScore di Trustpilot segna un misero 2.3, un risultato scadente composto da una serie di recensioni infuocate che parlano di problemi con i servizi e con l'assistenza.
OVH è uno dei punti di riferimento dell'intero mercato web hosting, ma fanno discutere le opinioni negative rilasciate dai clienti.

Visita sito
vhosting logo

Un'altra eccellenza italiana, un provider in grado di garantire tutto quello che occorre alle persone che desiderano creare una presenza digitale di grande spessore.
vHosting è un provider molto interessante, un'azienda che propone diverse tipologie di servizi hosting e che ha conquistato la stima degli utenti (un TrustScore di 9.6 è tantissima roba).
Cosa manca a vHosting per essere al pari del top del panorama italiano? Forse nulla, se non un aspetto visual con un gusto ormai superato. Non possiamo mettere una mezza stellina in più per ragioni tecniche, ma tu che leggi fai conto che vi sia.

Visita sito
seeweb logo

Come realtà aziendale, Seeweb è molto vicina come livello a Serverplan. Un provider che fornisce un'ampia gamma di soluzioni hosting, adatte a svariate tipologie di pubblico.
Piani economici per i piccoli siti web, così come servizi Cloud adatte a progetti più grandi.
Un'azienda che possiede diversi Datacenter che garantiscono la qualità dei servizi, perciò a questo punto di vista non si può criticare nulla. Semmai il punto dolente, secondo il nostro parere, va ricercato (ed ecco l'accostamento a Serverplan) a un aspetto che lascia un po' l'amaro in bocca. Uno stile minimal e un po' retro che non riesce ad avere un fascino vintage.
Un'azienda del genere meriterebbe qualcosa di più dal punto di vista della comunicazione, perché per quel che riguarda la funzionalità dei servizi non si può dire nulla di critico.

Visita sito

Recensione

nesons

Un'azienda che lavora bene, che magari non eccelle a prima occhiata ma che è ben distante dal provocare disastri e clamorosi disservizi ai propri clienti.
Netsons è una realtà a cui sembra manchi veramente poco per fare il definitivo salto di qualità, che però sembra non arrivare mai. Negli ultimi mesi poi si è registrato anche un certo immobilismo nell'ambito della comunicazione, con diversi canali fermi. Una situazione paradossale per un provider in grado di conquistare una posizione di rilievo, ma che manca sempre di fare quell'ultimo tassello.

Visita sito

Recensione

serverplan logo

Un'altra azienda italiana che merita senza dubbio di essere citata tra le migliori sul territorio nazionale.
Serverplan è un provider che assicura una eccelsa qualità dei servizi, in particolar modo per quel che riguarda le soluzioni legate a WordPress.
Il punto dolente di questo provider (come puoi leggere nella nostra recensione) riguarda l'aspetto del sito, che sembra essere fermo ormai a qualche anno fa. Sembra che l'azienda abbia rinunciato a voler stare al passo coi tempi, restando ferma a quell'identità che ne ha decretato il successo nel recente passato. Essendo però il web un mondo in continua evoluzione, questa scelta di immobilismo è difficile da digerire, soprattutto se si può contare su un copywriter del calibro di Riccardo Esposito.
Aspettiamo che Serverplan faccia quel passo in più per risalire sul podio delle opzioni nostrane più convenienti.

Visita sito

Recensione

godaddy hosting web

Eccoci di fronte a un altro provider conosciutissimo, con migliaia di clienti in tutto il mondo. Cosa si può dire di negativo su un'azienda del genere?
Come sempre bisognerebbe fare, bisogna dar voce alle persone e analizzare le loro valutazioni. Da questo punto di vista, GoDaddy delude le attesa con un TrustScore di 5.7.
Le lamentele non riguardano solo l'assistenza ma anche la qualità dei servizi hosting, cosa che fa storcere il naso a chi è in cerca di soluzioni affidabili su cui far ospitare i propri progetti.
Un provider americano forse troppo grande per dedicarsi ai singoli clienti, puntando sulla quantità a discapito della cura verso il particolare. Un colosso certo, ma dall'apparenza un po' scricchiolante.

Visita sito
aruba providr

La prima azienda a occuparsi di hosting e domini in Italia, il nome più conosciuto anche da chi si interessa ben poco di questo tipo di servizi.
Aruba rappresenta una colonna portante del nostro Paese, un Brand enorme che però sembra essere fermo a un passato ormai (troppo) lontano.
Basta dare un'occhiata alle recensioni su Trustpilot per rendersi conto che con Aruba ci si trova dinnanzi a una situazione che va per eccessi: opinioni cariche di entusiasmo a cui seguono feedback estremamente negativi. Niente vie di mezzo, con un TrustScore che segna un triste 4.7 di punteggio.
Il primo provider italiano che si ostina a non cambiare, a restare fermo al tempo che fu, sia nell'aspetto grafico che come livello di supporto tecnico, uno dei punti più criticati da un numero elevatissimo di clienti.

Visita sito

Recensione